Facce di bronzo, talvolta di marmo, più spesso su tela.

Scritto da RobCor in Artiè-Il Manuale, Alta Sosietà
9 Commenti »

Mi aggiravo nel palazzo delle nostre Alte Sosietà, proprio nella sala del treno (per un refuso il salone principale è infestato di locomotive), quando all’improvviso mi sono reso conto che mi stavo fregiando di titoli alla carlona. Entrambi, sia io che la carlona, siamo rimasti sconvolti e abbiamo fatto mente locale: come potevo io accettare la nomina a Gran Maestro Delle Somiglianze se qui proprio io pochissime, per non dire ancora meno (che comunque è un avverbio violento), ne postai? Come potevo io osteggiare l’ iconoclastia e poi la sera andarmene con tre amici al bar, di cui uno Gino Paoli, se la mia produzione blogghistica di sosietà era stata ivi carente? Era tempo che ovviassi a tutto ciò. E così oggi do il mio contributo alla conquista del mondo co’ ‘na prima cotta seria de facce.
Tra quelle di questa sporca zozzina ci sono due carpiati che un po’danno da pensare.
L’ex portavoce di AN, Ronchi, è collimante con Arrigoni e vabbè. Ma secondo alcuni, sostanzialmente…io, c’è anche una certa contiguità in lui con Enrico Bertolino.
La cena di Emmaus susseguente presenta poi un fenomeno rarissimo: tre sosia nella stessa pittata. Si vede che “Il Cara” stava in tiro forte, quel giorno. Si direbbe che je diede a tutta callara, anche se ho delle perplessita sul Memphis centrale.
Il Bambino-Tarantino della Vergine con Bambino invece è dalla risoluzione risibile. Trattasi di foto realizzata col cellulare a una mostra al Castello di Celano, in Abruzzo. Il Trittico da cui proviene il regista è minuscolo ma la scucchia direi piuttosto soddisfacente.
E questo per ora è todo. E mo come concludo? Tornando a casa troverete i bambini? No, vabbè che mi piace parlare chiaro ma questo è troppo…papale. Direi forse un…”buona visione a tutti” ;-)

RobCor


Antonio Canova, Autoritratto – Paolo Maldini


Luigi Arrigoni, Autoritratto – Andrea Ronchi


Botticelli, Ritratto di Lorenzo de’ Lorenzi – Marcello Cesena


Bouguereau, Omero e la sua guida– Vittorio Gassman


Caravaggio, La cena di Emmaus


Mango - Ricky Menphis - Tommasino


Collier, Il laboratorio – Penelope Cruz


Cot, Ragazza con cesto di Arance e Limoni – Corrado Guzzanti


Filippo L’Arabo – Harrison Ford


Vergine con Bambino e Storie Cristologiche - Quentin Tarantino


Annigoni, Autoritratto con fazzoletto in testa – Gerry Scotti

O il Perugino o il Longobardo…mo decido

Scritto da RobCor in Filmati, Artiè-Il Manuale
6 Commenti »

E’il 1483 quando Pietro di Cristoforo Vannucci detto il Perugino decide che è tempo che si sappia che lui e Calderoli so’uguali. Le fonti ufficiali sostengono che l’occasione si ebbe nel ciclo pittorico de “La consegna della chiavi a San Pietro” (che in origine prevedeva anche il fumetto “tiè”) della Cappella Sistina ma invece la leggenda vuole che il pittore avesse, con l’affresco, voluto entrare a gamba tesa nella vicenda italo-padano-libica dando così un suo personalissimo contributo opinionista alla questione. Non si è però certi dell’autenticità del documento. Era stato chiamato Sgarbi per dare un parere ma nel mettersi d’accordo sulla parcella il critico ha inavvertitamente sbranato i convenuti. Imprevisti del mondo dell’arte. Se qualcuno però ne sa di più, ce lo “dichi”.

RobCor

Alemanno e poi alepijo…

Scritto da RobCor in Filmati, Artiè-Il Manuale
2 Commenti »

Da qualche giorno, ormai, l’Alemanno e il Campidoglio sono un tuttuno. L’espugnazione di Roma da parte del Gianni destrorso in realtà era stata prevista già nel 1499 dal pittore fiammingo Durer, uno dei primi artisti permanentati che la storia ricordi (vedasi l’autoritratto sobrio)
duerer-0.jpg . A testimoniare la profezia è l’opera intitolata “Ritratto di Oswolt Krel e uomini delle selve” dove molti hanno ipotizzato trovarsi anche nel titolo vaticini della composizione del consiglio comunale. Oswolt Krel fu commerciante a…Norimberga e io mo’ capisco vole’ gioca’ con le allusioni ma qui me sembra che il Durer esagerò. E a chi in quegli anni glielo fece notare il Durer replicò piccato: me chiamo Durer, se avessi voluto fare allusioni avrei dipinto un leghista.

Comunque, una ricerca faticosissima ha fatto emergere un reperto dell’epoca che documenta il tutto. Già il concetto di penna a sfera era insondabile, nel XV secolo, nonostante questo molti, allora, disponevano già di filmati in formato flv salvati in un server di rete e caricati poi in wordpress. Paradossi della tecnica di cui si rimane increduli.

oggi ringrazio oggi2.jpg

Scritto da RobCor in Artiè-Il Manuale
Nessun Commento »

Ogni tanto mi ripaleso con ringraziamenti da amministrare! Questa volta, e non potrei fare altrimenti, voglio dedicare questo spazio agli amici di Oggi che nel numero di mercoledì scorso hanno parlato di Artié e del suo autore nello spazio di “Oggi e Domani cultura”. Grazie a Salvatore Giannella, Livio Colombo e Mario Raffaele Conti anche e soprattutto per la loro simpatia!!

Realized by Drimcamtrù | XHTML - CSS
Feed RSS Commenti RSS Login