SI CAMBIA

Scritto da RobCor in Vari e/o eventuali
16 Commenti »

E’ un post inutile? E’ un post inutile, ammettiamolo spudoratamente. Però la faccenda misfattesca che tuttora campeggiava aprendo codesto blog ormai era andata oltre il da consumarsi preferibilmente. E allora vado di piccioni siamesi, i classici due con una fava (è ignobile ma simulerò compiacimento) e mi avventuro nella celebrazione del cambiamento. Cambiamento per i poker di sì di lunedì scorso, cambiamento milanese, napoletano e italiano tutto, cambiamento ivi. Daje. Ok, e adesso? Niente, si va. E si sta come d’estate sugli alberi le foglie. Cioè, appunto, sugli alberi. A prende ‘r sole. Il tempo è bello, molte cose brutte sono alle spalle, come dice chi sorpassa una carovana di Multiple, e la strada è sgombra. Ribadisco l’inutilità del post. Un post Mosè, un post spartiacque tra prima e dopo. Dove sappiamo cosa c’era prima ma nun sapemio nulla del dopo. Nun sapemiolo, allora. E godiamoci il frattempo. Buoni esami a chi si sta avventurando appunto in questi. Buoni esami… fatti a chi ne è felice reduce. Buon resto a chiunque altro. Buone vacanze a chi le comincia. Il post è inutile ma necessario. Un post di passaggio in un giorno qualunque. Ma per questo fondamentale. Perché le cose non succedono mai in un giorno qualunque. Ma in quello dopo. Fiutiamo il dopo, allora. Ma senza fretta.

Ah, e comunque Gambarotta in realtà è Al Zawahiri. La prova? C’è qualcuno che li ha mai visti insieme? Ecco…
gambawhiri2.jpg

C’è chi c’ha messo la faccia!

Scritto da RobCor in Gallery Visitors, Alta Sosietà
11 Commenti »

Era tempo che tutto ciò accadesse e quindi vi provvidi. L’unione delle forze del Gran Ravvisir Iang e della Grande Sacerdotessa Luminosa Wiccaviola (per chi se fosse messo alla lettura solo mo, ricordo che, tra le altre cose, Noi, ivi, siamo anche una Sosietà Segreta con lo scopo di rintracciare chiunque noto per dimostrare che già c’è stato, consolandoci di questo, a volte) … cacchio, ho perso il filo del discorso perché ho fatto un traparentesi troppo lungo.
Ricomincio.
Dicevo, l’unione delle forze del GRV e della GSL sono il corpo del namber tri di Alta Sosietà. In alto a sinistra la “I” (Iang) e la “W” (Wiccaviola) segnaleranno chi ha individuato cosa. Il perché, invece, lo spiego qui e lo riassumo tessendo le lodi nei nostri procacciatori che hanno l’occhio giusto per fondere i presenti con i passati individuando occhi, zigomi e bocche come non facilmente si fa.
Se dovessi esprimere un preferenza, direi che mi sono particolarmente compiaciuto nello scoprire un Lino Banfi religioso, che cercavo invano da un po’, e la Clintoncina, non futura figlia di probabile capo di stato, già pettinata a raggiera come oggi.
Questo se dovessi. Se no, mi ritraggo nell’ombra e mi seggo ad osservar il risultato. E scusate se chiudo con un verbo come seggo.

RobCor

Da qui per vedere il filmato su YouTube.

Una faccia, un… arazzo… A volte.

Scritto da RobCor in Filmati, Alta Sosietà
9 Commenti »

Isabella Rossellini era già esistita. Vi si era imbattuto, e sottolineo il Vi si, il pittore Federico De Madrazo quando nel 1853 s’era messo in testa di voler ritrarre Amalia de Llano y Dotres, Contessa di Vilches e, “magara”, anche testimonial pure lei di qualche cosa… almeno fino ai 40 anni. E poi erano esistiti anche Kate Moss, Beppe Grillo, Marco Travaglio e quanti la nostra alacre ricerca via via aggiunge al novero degli individuati. Il presente blog è multiforme, è evidente…ma la tra le forme varie, molto importante è quella che attende e attiene alla fisiognomica artistica. E’con guadio quindi che ascrivo alla nostra Sosietà Segreta, nel ruolo di Somma Sacerdotessa, Somma in quanto colei che dà il totale alle varie addizioni ricercanti, Manuela Bartolotti, insigne storica dell’arte nonché giornalista eminente. E ho detto cotica!! Mi fanno ridere e/o sbellicare altri tentativi, anche televisivi (sto sgignazzando) di reperimenti facciali storici diciamo così, piuttosto ambiziosetti… Gente che prima te tira giù il testo di una pubblicità di Calippo, poi pretende di essere pregna anche di pittura und scultura…compie, lo si dica, un peccato di Ubris. E mentre mi sbellico scompostamente al pensar a codesti tentativi, ricordo a beneficio e a nostra gloria, comunque, che sono tutti successivi all’attività di questo presente blog e del gemellato I-dentici. Ma ne riparleremo, anche magari postando antisosietà, gli accostamenti cioè più risibili tra quelli visti e uditi… in giro, diciamo così.
Per ora beneficiamo del risultato delle ricerche di Manuela. Il pool degli investigatori aumenta e la resa merita contemplazione.
Una buona visione a tutti quanti.

RobCor…anzi GMDS (giusto, Iang?)..

Qui su YouTube.

Facce di bronzo, talvolta di marmo, più spesso su tela.

Scritto da RobCor in Artiè-Il Manuale, Alta Sosietà
9 Commenti »

Mi aggiravo nel palazzo delle nostre Alte Sosietà, proprio nella sala del treno (per un refuso il salone principale è infestato di locomotive), quando all’improvviso mi sono reso conto che mi stavo fregiando di titoli alla carlona. Entrambi, sia io che la carlona, siamo rimasti sconvolti e abbiamo fatto mente locale: come potevo io accettare la nomina a Gran Maestro Delle Somiglianze se qui proprio io pochissime, per non dire ancora meno (che comunque è un avverbio violento), ne postai? Come potevo io osteggiare l’ iconoclastia e poi la sera andarmene con tre amici al bar, di cui uno Gino Paoli, se la mia produzione blogghistica di sosietà era stata ivi carente? Era tempo che ovviassi a tutto ciò. E così oggi do il mio contributo alla conquista del mondo co’ ‘na prima cotta seria de facce.
Tra quelle di questa sporca zozzina ci sono due carpiati che un po’danno da pensare.
L’ex portavoce di AN, Ronchi, è collimante con Arrigoni e vabbè. Ma secondo alcuni, sostanzialmente…io, c’è anche una certa contiguità in lui con Enrico Bertolino.
La cena di Emmaus susseguente presenta poi un fenomeno rarissimo: tre sosia nella stessa pittata. Si vede che “Il Cara” stava in tiro forte, quel giorno. Si direbbe che je diede a tutta callara, anche se ho delle perplessita sul Memphis centrale.
Il Bambino-Tarantino della Vergine con Bambino invece è dalla risoluzione risibile. Trattasi di foto realizzata col cellulare a una mostra al Castello di Celano, in Abruzzo. Il Trittico da cui proviene il regista è minuscolo ma la scucchia direi piuttosto soddisfacente.
E questo per ora è todo. E mo come concludo? Tornando a casa troverete i bambini? No, vabbè che mi piace parlare chiaro ma questo è troppo…papale. Direi forse un…”buona visione a tutti” ;-)

RobCor


Antonio Canova, Autoritratto – Paolo Maldini


Luigi Arrigoni, Autoritratto – Andrea Ronchi


Botticelli, Ritratto di Lorenzo de’ Lorenzi – Marcello Cesena


Bouguereau, Omero e la sua guida– Vittorio Gassman


Caravaggio, La cena di Emmaus


Mango - Ricky Menphis - Tommasino


Collier, Il laboratorio – Penelope Cruz


Cot, Ragazza con cesto di Arance e Limoni – Corrado Guzzanti


Filippo L’Arabo – Harrison Ford


Vergine con Bambino e Storie Cristologiche - Quentin Tarantino


Annigoni, Autoritratto con fazzoletto in testa – Gerry Scotti

Realized by Drimcamtrù | XHTML - CSS
Feed RSS Commenti RSS Login