Festa grande, celebrazioni, giubilo… festeggiamenti abnormi ovunque… eppure il 20 gennaio scorso le telecamere americane inquadravano un volto spaesato. Più che altro… interrogativo. Sembrava quasi di sentirlo, Bush, pensare… “ma perché fanno ’sto casino? Che avrò fatto mai? Oddio, avessimo catturato Bin Laden?”… lui, un uomo tra la folla, inghiottito ormai dall’anonimato vicinissimo che mutava il viso in una maschera di gelo. L’unico tra i presenti a accusare il freddo. Quando anche la reazione al clima va di pari passo con l’acume.
Barack Hussein Obama è il presidente degli Usa n° 44 e proprio a conferma, riprova e buona pace degli increduli, oggi ha rigiurato. Ecco. Mo si’che siamo tranquilli. E si volta pagina. Con un rimorso. Berlusconi che augura buona fortuna al nuovo presidente. Oltre oceano…ce lo scusino. E tocchino ferro. E’ vero che “the dream come true”… però… ‘n se sa mai!

RobCor

INDOVINA_CHI_VIENE_A_CASA
Caricato da BlogRobertoCorradi

Qui su YouTube.

Segnalazione
Da qui la lettera di dimissioni inviata dal Pubblico ministero di Salerno Gabriella Nuzzi all’ Associazione nazionale magistrati dopo il trasferimento deciso dal Consiglio superiore della magistratura, on line su Voglioscendere.it