‘O prociess’!

Scritto da RobCor in Filmati, Scialve, sciono Scilvio..
37 Commenti »

E quando il Lodo Alfano era lì pronto per intervenire alla bisogna , ecco irriducibili miscredenti venire fuori ad eccepire dubbi di costituzionalità! Costituzionalità, tsk! La legge uguale per tutti. La legge. Ma la scrive diversa per sè. E è evidente che parliamo dell’uomo tormentato dalla magistratura più di tutti al mondo , l’uomo più osteggiato, più incompreso, più intercettato e indagato. Lui, il pufferaio magico, Al Tappone, il fruttarolo con una marcia in più, quella su Roma, l’alitaliano da esportazione, il miliardario dalla chioma lignea, il presidente del consiglio, un consiglio che non gli ha chiesto nessuno perché…chi te conosce?, lui, sempre lui, solo lui. A lui e ai suoi affini, casigliani e coinquilini perdinci e anche perbacco, un pensiero, un augurio, un omaggio e un metraggio. Un metraggio corto, è per lui, come poteva esse? Eh. Un metraggio corto, un cortometraggio presente, passato e futuro che si inoltra testè a mo’di auspicio. Perché non è vero che chi smette di fumare fa una scelta di salute. A volte viene solo spento. E noi, ahimè, siamo ancora in pieno, pienissimo incendio. E come disse Bossi summum ius…summa…summum iu…summa, summus…ium. Vabbè, era Bossi.

RobCor

Il link per vedere il filmato su YouTube.

I fagggioli della sòra Brunetta.

Scritto da RobCor in Filmati, Scialve, sciono Scilvio..
10 Commenti »

Alla corte di Al Tappone brulicano gourmet. Per la serie “I palati del pelato”… quando si dice avere la ricetta per il paese.

Su YouTube lo stesso filmato.

Fantozzi, un commissario straordinario!!

Scritto da RobCor in Scialve, sciono Scilvio..
20 Commenti »

Dai sempre più polverosi archivi di una cineteca probabilmente inesistente, uno scottantissimo documento sul risanamento Alitaliano fatto…all’italiana. E olè, fratelli d’Italia unitevi…uniamoci…si unischino…vabbè, a monte…Buona visione!

RobCor

Fantozzi, un commissario straordinario! anche suYouTube.

Affacciandoci al D’Avanzale” del giornalismo…

Scritto da RobCor in Vignette... almost, Scialve, sciono Scilvio..
7 Commenti »

davanzo.JPG

Annusando l’aere oggi si scopre che Giuseppe D’Avanzo, dicasi Giuseppe D’Avanzo, non pago del polemicone con Marco Travaglio ingaggiato alcuni mesi fa e apparso pretestuoso e infamante agli occhi dei più,oggi ha deciso di rincarare la dose rilanciando ancora una volta la vicenda dalle pagine di repubblica.it . La faccenda, ricordiamolo, era nata dopo che Travaglio, dallo studio di Chetempochefa, aveva immaginato come naturale successore di uno Schifani presidente del Senato un lombrico a conclusione di un resoconto di testimonianze inerenti la contiguità mafiosa del Renato Pidiellista. Fazio aveva sudato come un lottatore di sumo, la stampa aveva rincorso il grave vilipendio per settimane e D’Avanzo aveva deciso di evidenziare il sacrilegio di Travaglio adombrando, a carico dello stesso, un, a suo dire, sospetto soggiorno di alcuni estati fa sponsorizzato da mafiosi, sempre a suo dire, di cui aveva dato ampio, fecondo e compiaciuto novero per spiegare quanto facile fosse rovinare la reputazione di qualcuno avanzando nefande ipotesi. Il raccolto però fu scarsino. Di Schifani tutta la rete parlò come di un mafioso, di Marco si rafforzò ancora di più l’idea di una persona per bene e di un giornalista eccellente e di questo D’Avanzo ci si formò una bella opinioncina confezionata a dovere che potrei riportare qui…o qui…o forse anche qui…ma su cui sorvolerò rinunciando alle doverose contumelie di corredo che allora proliferarono e che è pensabile riprenderanno ora.
Dal blog di Travaglio, Corrias, Gomez, VoglioScendere, Marco ha divulgato, alcuni giorni fa, le prove dei pagamenti a suo carico del soggiorno in questione credendo di aver messo così la parola fine alla vicenda. Oggi la replica di D’Avanzo riapre la faccenda che vedremo, così come per il caso di Sabina Guzzanti esploso ieri, che evoluzioni avrà.
Il punto, in questo caso, qual è? Che di Schifani si conosceva la figura, in tutti i sensi, già da un po’. Che di Marco Travaglio da anni si sono affermate e puntualmente confermate la persona e il professionista. Mentre de ’sto D’Avanzo i più ignoravano l’esistenza. Ecco, adesso la lacuna è stata colmata, la pubblicità è stata fatta…e mo che ce famo co’questo che dice di ritenere (ma per come la vedo io avrebbe anche sostenuto che Braccobaldo Bau è una mucca pur di avere un po’de fama) che il giornalismo va condotto in punta di fioretto per evitare di dire a chi si ritiene mafioso che lo so ritiene mafioso perché in tanti, dopo, lo si ritenga mafioso?
Come anche da qui prossimamente si tenterà di dimostrare, cito come sempre il mio David Letterman statunitense, specchio e termometro della realtà americana che per otto anni è stata amministrata da un uomo di cui ha potuto dire qualunque cosa in qualunque modo senza incorrere in rampognone da Santa Inquisizione. Da idiota a ubriaco, da incapace fino a corrotto passando per mandante dell’attentato di cui oggi ricorre l’anniversario, di Bush, l’uomo malauguratamente più potente del mondo libero, Letterman, comici e giornalisti americani hanno detto e riportato qualunque cosa. L’hanno provata, filmata, documentata. Questo non ha gettato il paese nel delirio ma ha permesso, a chi lo volesse, di sentire anche altre voci, di attingere ad altre fonti.
In Italia la normale esposizione di fatti e opinioni di un giornalista sono all’origine, queste sì, di un delirio mediatico medievale. Si potrebbe invocare la libertà di stampa e di opinione, si potrebbe stigmatizzare l’isolamento in cui tante battaglie vengono condotte da giornalisti solitari. Si potrebbe. Ma l’Italia attualmente è sempre il paese di Berlusconi. Anche all’imaginazione c’è un limite. Comprender non lo può chi non lo prova.

RobCor

__________________________

Nell’ottobre 2008, la storia continua: Tg1 e presunti colleghi si affannano a dare notizia e commentare la condanna di Marco Travaglio a otto mesi per diffamazione di Previti. Si sovrappongono le idiozie e si dà la minima importanza al fatto che trattasi di un primo grado cui Travaglio si appellerà.

Realized by Drimcamtrù | XHTML - CSS
Feed RSS Commenti RSS Login